App per capire il pianto dei neonati

Gli strumenti di riconoscimento vocale e di traduzione automatica sono due delle applicazioni dell’intelligenza artificiale più utili nella vita di tutti i giorni. Entrambi questi strumenti decodificano le nostre affermazioni e richieste per trasformarle in comandi attuabili che possono essere utilizzati sia per controllare dispositivi (come lo smart speaker Alexa), sia per conversare con qualcuno che parla una lingua diversa dalla nostra. E la buona notizia è che la tecnologia può essere utilizzata anche per aiutare i genitori a decifrare il pianto di un bambino e, in particolare, a far luce suo loro bisogni. Come? Con le app per capire il pianto dei neonati! Non è fantascienza, è tutto vero! Ti svelo tutto nei paragrafi che seguono!

Chatterbaby: ecco l’app per capire il pianto dei neonati

Chatterbaby app per capire il pianto dei neonati

Gli sviluppatori della nuova e straordinaria app gratuita per Android e iOS chiamata Chatterbaby hanno dato vita proprio al sogno di ogni neo genitore: un’app per capire il pianto dei neonati! Sviluppata da ricercatori dell’Università della California, l’app si basa su un algoritmo in grado di capire esattamente cosa significa il pianto del neonato per poi trasmettere queste informazioni ai genitori.

Secondo i suoi creatori, può farlo con una precisione sorprendente. Certo molto di più rispetto a quanto possano farlo i neo genitori nei primi giorni di vita del bambino. So bene quanto possano essere difficili i primi giorni, quando il neonato piange e i genitori fanno fatica a capire il reale motivo. Avrà le coliche? Piange perché ha fame? Oppure per ha il pannolino sporco?

Il progetto di creare Chatterbaby, l’app per capire il piano dei neonati, è nato nel momento in cui uno dei suoi sviluppatori si è reso conto che uno dei suoi figli emetteva la stessa tipologia di pianto del primogenito. Ragionando per statistiche, gli sviluppatori hanno cominciato a cercare uno schema vocale nel pianto dei loro figli comparandolo con quello di altri neonati. Ed è così che è nato l’algoritmo di questa straordinaria app per capire il pianto dei neonati.

Per creare l’app Chatterbaby, gli sviluppatori e i ricercatori hanno iniziato caricando 2.000 campioni audio di pianti infantili. Hanno quindi usato gli algoritmi dell’intelligenza artificiale per cercare di scoprire (e quindi spiegare) la differenza tra pianti indotti dal dolore, quelli indotti dalla fame e pianti indotti da fastidio.

In particolare, i ricercatori hanno addestrato l’algoritmo di apprendimento automatico per prevedere il motivo più probabile del pianto. Ovviamente, gli sviluppatori di quest’app per capire il pianto dei neonati ci tengono a sottolineare che è fondamentale che ogni neo genitori utilizzi l’istinto. Nulla (nemmeno l’intelligenza artificiale!) può sostituire l’intuito di mamma e papà.

Quando usare Chatterbaby, l’app per capire il pianto dei neonati

app per capire pianto neonati

L’applicazione Chatterbaby potrà essere utile a moltissimi genitori, soprattutto in alcune situazioni particolari. Ad esempio, potrebbe essere utile in tutti quei casi in cui uno o entrambi i genitori sono sordi o hanno problemi di udito. L’app per capire il pianto dei neonati potrebbe inviare loro una notifica per segnalare che il bambino sta piangendo.

Chatterbaby, inoltre, si rivela particolarmente utile in tutti quei casi in cui i neo genitori non riescano davvero a comprendere il motivo del pianto del loro bambino. E’ capitato praticamente a tutti (anche a me)! I neonato piange nel cuore della notte ma né la mamma né il papà riescono a capirne la ragione. Il neonato è stato allattato, cambiato, coccolato: e allora perché piange? Usando l’app Chattebaby, ogni genitore “in crisi” può provare a decifrare il pianto del neonato. In questo modo, potrà a capire se il bambino possa avere le coliche oppure semplicemente se stia soffrendo il caldo o il freddo.

Ritengo che quest’app per capire il pianto dei neonati possa essere davvero un valido aiuto per tutti quei genitori che si sentono smarriti e “spaventati” nei primi giorni di vita del loro bimbo.

Come funziona l’app Chatterbaby

App per capire il pianto dei neonati

Ogni volta che registri il pianto del tuo bambino usando ChatterBaby, l’app invia il pianto ai server per rimuovere l’eventuale rumore di fondo presente nella registrazione in modo da potersi focalizzare solo sull’analisi del pianto del neonato.

I server elaborano il pianto attraverso l’algoritmo, lo comparano con i suoni di cui esso è composto e forniscono una risposta chiara ed esaustiva ai genitori. Il pianto del neonato viene ovviamente salvato ed utilizzato per future e ulteriori ricerche. E’ importante sottolineare che il funzionamento dell’app prevede la rimozione di quante più informazioni personali possibili dai file audio. In questo modo, l’algoritmo può concentrarsi meglio sul tipo di suono prodotto dal pianto.

Com’è stato elaborato il database con le diverse tipologie di pianti?

Chatterbaby app per capire il pianto del neonato

Gli sviluppatori di questa straordinaria app per capire il pianto dei neonati hanno, in prima battura, registrato il pianto di dolore di bambini che stavano ricevendo una dose di vaccino o ai quali stavano praticando i buchi all’orecchio. Sono stati inoltre raccolti anche altre tipologie di piano (fastidio, fame, ansia da separazione, coliche, paura) ed ognuna di esse è stata meticolosamente “etichettata” da un gruppo di madri esperte.

Gli sviluppatori hanno utilizzato soltanto le tipologie di pianto universalmente riconosciute dalle mamme esperte. Questi tipi di pianto sono stati usati per “addestrare” l’algoritmo. I modelli di pianto forniti dall’app prevedono attualmente soltanto tre stati: fame, dolore, fastidio. E’ davvero improbabile che un bambino di 6 settimane possa soffrire di ansia da separazione ma avrà sicuramente fame.

L’app utilizza alcune caratteristiche acustiche del pianto per determinarne la causa. Esse includono la forza, la durata e la quantità di silenzio ascoltabile durante il pianto del neonato. Tenendo conto di queste caratteristiche, ChatterBaby analizza ed individua – in modo accurato – il motivo del pianto nel neonato.

Per provare quest’app per capire il pianto dei neonati, scarica Chatterbaby per Android ed iOS!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.